Pedagogia Clinica Roma

Pedagogia Clinica Roma

Studio Pedagogico Clinico di Aiuto alla Persona
per lo sviluppo del potenziale umano

Dott.ssa Maria Teresa Pagliaccio




ANPEC - Associazione Nazionale Pedagogisti Clinici


Telefono Studio Pedagogico Clinico Roma

Il Disegno Onirico


"Il grado di libertà di un uomo si misura
dall'intensità della sua immaginazione"
Alda Merini


La pagina seguente oltre ad avere lo scopo divulgativo che le è proprio, vuole essere un tributo pieno di riconoscenza, ai miei maestri Maria Grazia Dal Porto e Alberto Bermolen. Mi affido alle loro parole per accennare una descrizione di questo potente strumento di evoluzione:

“Il disegno onirico è un’elaborazione che, attraverso gli anni, abbiamo messo a punto partendo dal disegno automatico. Quest’ultima modalità con i suoi esercizi e consegne è nata nell’Atelier Breton di Buenos Aires, del quale è titolare e fondatore Abel Raggio, pittore, laureato in storia dell’arte, studioso e ricercatore appassionato d’antropologia ... troviamo un ulteriore antecedente del disegno onirico nell’immaginazione attiva di Jung, che invitava i soggetti a dipingere i loro stati d’animo, i loro sogni, le loro aspirazioni e tutte le immagini fantastiche che potevano comparire durante il processo della pittura ...”
(“Disegno onirico “ Maria Grazia Dal Porto, Alberto Bermolen , Edizioni ISFAR Firenze, pagg. 7-11).


Se si pulissero le porte della percezione,
ogni cosa apparirebbe com'è veramente, infinita.

William Blake
(Il matrimonio del cielo e dell'infinito)

Il Disegno Onirico è una tecnica che permette di portare alla luce contenuti interiori con gli stessi meccanismi che generano i sogni, esprimendoli attraverso il linguaggio simbolico. Il disegno, come altre forme artistiche, consente di lavorare attivando l’emisfero destro del cervello (quello deputato alla creatività, all’istinto, alla spiritualità) e quindi di accedere a una forma di comunicazione primaria, priva di giudizi e analisi, la quale si esprime attraverso le immagini. Quest’ultime prendono forma e colore nel disegno rendendo possibile la manifestazione dei vissuti mediante il simbolo al fine di prenderne consapevolezza, trasformare le emozioni dolorose, esplorare risorse, promuovere soluzioni e i nuovi equilibri, accendere la creatività ( .... e molto altro che mi è impossibile descrivere)


“L’unico vero realista è il visionario”
Federico Fellini.







© Dott.ssa Maria Teresa Pagliaccio - Iscritta all'albo dei Pedagogisti Clinici - Nr. Iscrizione 3745
Informazioni legali | Termini e Condizioni | Privacy | Cookies


powered by SitoFelice.it - Creazione Siti Web - Roma